ShinyStat - Statistiche Web
  Venerdě 15 Dicembre 2017 12:01
Articoli

Il protocollo per la somministrazione dei farmaci a scuola

L’ASL di Brescia, il Centro Servizi Amministrativi (CSA) di Brescia, l’Associazione Scuole Autonome Bresciane (ASAB) e la Rete di Istituzioni Scolastiche Salute e Scuola si impegnano a integrare le proprie competenze istituzionali al fine di regolamentare in modo unitario i percorsi d’intervento e di formazione in tutti i casi in cui, in orario scolastico, si registra la necessità di somministrare i farmaci e di costruire un percorso condiviso.


Articolo pubblicato il 01.03.2012 in  AREA SCUOLA STRUMENTI UTILI PER LA GESTIONE QUOTIDIANA DELL’ASMA

 LETTERA FARMACI SCUOLA[70KB]
 


 


 


 

 

 

Visualizza il protocollo (2006)  sul sito dell Ufficio Scolastico Provinciale di Brescia

 

Art. 1 Percorso da intraprendere per la somministrazione da parte di personale della scuola di farmaci in orario scolastico
Considerato che i farmaci a scuola non devono essere somministrati, salvo i casi autorizzati, i genitori, in caso di necessità, presentano richiesta al Dirigente Scolastico utilizzando il modulo (allegato n. 1) corredato della prescrizione alla somministrazione rilasciata dal medico curante (MMG, pediatra) come da allegato n. 2. Il Dirigente Scolastico: - individua, preferibilmente nell’ambito del personale già nominato come addetto al Pronto Soccorso (ai sensi del D.L. 626/94 e D.M. 388/03), gli operatori scolastici (docenti, collaboratori scolastici, personale educativo/ assistenziale) disponibili a somministrare i farmaci, e ai quali deve essere garantita prioritariamente l’informazione e formazione specifica - si fa garante dell’organizzazione dell’esecuzione di quanto indicato sul modulo di prescrizione alla somministrazione dei farmaci avvalendosi degli operatori scolastici opportunamente formati, anche con il coinvolgimento del medico prescrittore e della famiglia - garantisce la corretta e sicura conservazione dei farmaci e del materiale in uso - in occasione dei passaggi ad altre scuole, invita espressamente i genitori dello studente ad informare il Dirigente Scolastico della scuola di destinazione e concorda la trasmissione della documentazione necessaria per la continuità del progetto

Art. 2 Gestione di casi particolari
Il Dirigente Scolastico, per casi particolari può avvalersi del supporto del medico referente del Distretto di competenza dell’ASL (l’elenco completo dei nominativi e dei rispettivi recapiti sarà trasmesso annualmente dalle ASL al CSA) al fine di elaborare uno specifico Progetto d’Intervento, che preveda l’intervento di specialisti e/o del medico curante per l’attività di "formazione in situazione" rivolta agli operatori scolastici. Nei casi eccezionali - per particolarità della situazione socio-sanitaria del bambino e/o della famiglia e/o della scuola - nei quali, nonostante gli opportuni interventi di informazione e formazione di cui sopra, permanesse l’impossibilità di realizzare la somministrazione di farmaci da parte di personale non sanitario, il Progetto d?intervento sarà costituito da un Piano di Assistenza Individuale (PAI) e potrà prevedere il ricorso al "credit" quale strumento per la fornitura delle prestazioni sanitarie necessarie. Il "credit" è attivato dall’Unità di Valutazione Multi Dimensionale (UVMD) territorialmente competente secondo le modalità in atto, con ricorso ad Enti erogatori accreditati interni od esterni all’ASL. I CRITERI A CUI SI ATTERRANNO I MEDICI CURANTI PER IL RILASCIO DELLA PRESCRIZIONE PER LA SOMMINISTRAZIONE DI FARMACI A SCUOLA SONO: l’assoluta necessità la somministrazione indispensabile in orario scolastico la non discrezionalità da parte di chi somministra il farmaco, né in relazione ai tempi, né alla posologia, né alle modalità di somministrazione e di conservazione del farmaco la fattibilità della somministrazione da parte del personale non sanitario. Il modulo di prescrizione, (allegato n. 2), deve contenere, esplicitati in modo chiaramente leggibile, senza possibilità d’equivoci e/o errori: - nome e cognome dell’alunno/a - nome commerciale del farmaco - dose da somministrare - modalità di somministrazione e di conservazione del farmaco - durata della terapia.

Art. 3 Somministrazione dei farmaci e/o auto-somministrazione
Fermo restando quanto già indicato nel presente Protocollo d’Intesa, vista la maggiore autonomia degli studenti di fascia d’età compresa tra i dodici e i diciassette anni, si conviene in accordo con la famiglia sulla possibilità di prevedere per questi studenti l’auto-somministrazione dei farmaci e il coinvolgimento degli studenti stessi nel Progetto d’Intervento che li riguarda. Al compimento della maggiore età degli studenti, i Progetti d’intervento in atto potranno essere proseguiti. Per i casi specifici riguardanti alunni d’età inferiore ai dodici anni che hanno acquisito autonomia nell’auto-somministrazione, d’intesa con i medici e la famiglia, si può prevedere un progetto d’intervento finalizzato all’auto-somministrazione.

Art. 4 Valutazione e monitoraggio
Il CSA provvederà alla raccolta dati (suddivisi per ASL e per tipologia di scuola) per la sua area di competenza, e li invierà al termine dell’anno scolastico alle Direzioni Sanitarie delle ASL. Al fine di monitorare l’applicazione del protocollo saranno raccolti: - il numero di casi segnalati, - la tipologia d’intervento messa in atto, - la modalità di offerta della prestazione, - le criticità emerse e le soluzioni identificate.

Art. 5 Durata della validità della presente Intesa
II presente accordo ha validità di un anno, in via sperimentale, a partire dalla data della stipula e si integra con la Circolare Regionale n. 30 del 12 luglio 2005 Linee Guida sul diabete giovanile per favorire l’inserimento del bambino diabetico in ambito scolastico. Può essere aggiornato ed integrato in conseguenza di modifiche normative, di specifiche necessità o di richiesta da una delle parti firmatarie. Firme dei sottoscriventi

Il Direttore Generale dell’ASL
Firmato Dr. Carmelo Scarcella

Il Dirigente del CSA

Firmato Prof. Giuseppe Colosio

Il Coordinatore della Rete "Salute e scuola"

Firmato Dr.ssa Maria Piovesan

Il Presidente dell’A.S.A.B.

Firmato Prof. Piero Maffeis
Brescia, 9 gennaio 2006

Segnala a delicious Segnala a digg Segnala a diggita Segnala a facebook Segnala a Google Segnala a oknotizie Segnala a technorati Segnala a twitter Segnala a wikio Segnala a ziczac Segnala a blinklist Segnala a furl Segnala a My Yahoo Web Segnala a Microsoft Life Segnala a reddit

© Laboratorio Clinico Pedagogico e Ricerca Biomedica 2017
Via del Medolo, - 25123 Brescia, Tel. 0303849283 Fax. 0303849284 laboratorioclinicopedagogico@.hotmail.com
web credits graficaeformazione.it